Impostazioni hardware

Di cosa hai bisogno per iniziare

Conoscenza di base, dispositivi, operazioni di manutenzione

1. Considerazioni generali

Quando si parla di educazione digitale, una delle componenti principali è rappresentata dall'hardware, che è considerato l'infrastruttura per l'ambiente di apprendimento digitale.
La tecnologia fornisce l'accesso alle informazioni e alle risorse sia per gli insegnanti che per gli studenti, li aiuta a trovare e anche a creare contenuti. Dà loro l'opportunità di entrare in contatto con persone in tutto il mondo, in modo che possano condividere idee e conoscenze o collaborare per vari progetti.
Gli strumenti e le risorse messi a disposizione per le attività di apprendimento dovrebbero essere affidabili e accessibili per ogni insegnante e studente in ogni ambiente di apprendimento.
Ecco perché dobbiamo cercare il modo migliore per progettare, finanziare, acquisire e mantenere l'infrastruttura necessaria che consentirebbe agli studenti di ricevere l'istruzione digitale adeguata di cui hanno bisogno per prosperare in un mondo connesso a livello globale.

Conceptul HECC 

'2nd Survey of Schools: ICT in Education', uno studio preparato per la Commissione Europea - DG Communications Networks, Content & Technology da Deloitte e Ipsos Mori nel 2019) ha come secondo obiettivo “sviluppare un modello per un ambiente altamente attrezzato e connesso classroom [HECC], presentando tre scenari per descrivere diversi livelli di un HECC e stimare i costi complessivi per attrezzare e collegare un'aula media UE con componenti avanzati del modello HECC ”.
Lo studio ha identificato tre livelli di HECC, vale a dire un livello base, un livello avanzato e un livello all'avanguardia. Il modello sviluppato per HECC è quindi progressivo, in quanto consente a qualsiasi scuola di iniziare con uno scenario entry level per poi passare a quello di livello avanzato o addirittura a livello di avanguardia se i requisiti di budget e tecnici sono soddisfatti.
Nella figura seguente viene presentata una breve panoramica del contenuto per i tre livelli HECC menzionati, considerando le quattro componenti per ciascun livello, vale a dire apparecchiature tecnologiche digitali, requisiti di rete, sviluppo professionale degli insegnanti e accesso ai contenuti. Lo studio completo preparato da Deloitte e Ipsos Mori può essere letto qui. (Crediti per la figura seguente anche a Deloitte, Ipsos Mori, "2nd Survey of Schools: ICT in Education".)

Infrastruttura

L'infrastruttura necessaria al punto di partenza comprende:
Connessione internet
Rete
Dispositivi

1

La connessione a Internet può essere di diversi tipi: 

- Internet via cavo - Internet su cavo, utilizzando i cavi delle reti TV via cavo> Oggigiorno potrebbe consentire una velocità di download di circa 300 Mbps, a seconda dell'infrastruttura locale.
- Internet in fibra: Internet su fibra
Il cavo in fibra ottica (fibra) è costituito da un sottile cilindro di vetro racchiuso in una copertura protettiva. La trasmissione dei dati è garantita dalla luce piuttosto che da impulsi elettrici. Ciascun filo del cavo può trasmettere un segnale in una sola direzione; pertanto, il cavo in fibra ottica deve avere almeno due fili: uno per l'invio e uno per la ricezione dei dati. I cavi in ​​fibra ottica non sono soggetti a interferenze, quindi la distanza di trasmissione è notevolmente aumentata.
- Wireless fisso
Il wireless fisso è un'alternativa al cavo e può fornire dati, Voice over Internet Protocol (VoIP) e IPTV (Internet Protocol Television). Richiede l'uso di torri e piattaforme di trasmissione / ricezione wireless che necessitano di una chiara linea di vista, per trasportare il segnale da un luogo all'altro. Il wireless fisso è disponibile in due forme: mobile, che collega gli edifici ai dispositivi degli utenti, e fisso, che collega gli edifici insieme.
- Internet mobile
La banda larga mobile è l'accesso wireless a Internet da ripetitori di telefonia mobile tramite un telefono cellulare, un tablet o un modem portatile. La banda larga mobile, chiamata anche 4G, può fornire una connessione ad alta velocità per il download e il caricamento sugli stessi gestori wireless dell'infrastruttura di rete.
- Internet via satellite
Internet via satellite può fornire accesso a Internet fisso, portatile e mobile e può rientrare in parte nel tipo di banda larga "banda ultralarga" come identificato per lo studio. Anche la banda larga satellitare è tra le forme più costose di accesso wireless a Internet, ma può fornire connettività in aree molto remote senza altre opzioni di connettività.
NOTA: definizione della banda larga
La banda larga si riferisce all'accesso a Internet ad alta velocità che è sempre attivo ed è significativamente più veloce del tradizionale accesso remoto. I tipi di banda larga includono DSL (Digital Subscriber Line), modem via cavo, fibra, wireless, satellitare o banda larga su linee elettriche (BPL).

2

Rete 

Secondo il Dipartimento dell'Istruzione degli Stati Uniti, Office of Educational Technology (2014), le reti possono essere classificate come segue:
- Una Wide Area Network (WAN) fornisce il collegamento tra l'ufficio distrettuale e tutte le scuole e i siti all'interno di un distretto. Una WAN può anche connettersi ad altre istituzioni educative (come università e biblioteche) se una scuola o un distretto fa parte di una rete educativa regionale.
- Una rete locale (LAN) è la rete all'interno di una scuola o di un edificio distrettuale attraverso la quale computer e dispositivi si connettono a Internet. Le LAN, a differenza delle WAN, servono aree geografiche molto più piccole.
- Una WLAN (nota anche come WiFi o Wi-Fi) consente a coloro che utilizzano dispositivi portatili in una scuola di connettersi alla rete di computer della scuola senza bisogno di un cavo di rete. In genere, viene utilizzato per collegare dispositivi come laptop, netbook e tablet (inclusi gli iPad) e altri dispositivi come alcuni telefoni e dispositivi iPod. I PC desktop possono anche avere un adattatore wireless aggiunto per abilitare la connettività a una WLAN.

3

 Dispositivi 

Tipi di dispositivi
Il massimo dei vantaggi educativi viene visualizzato quando insegnanti e studenti hanno accesso 1: 1 ai dispositivi mobili. I dispositivi condivisi, sebbene migliori di nessuno, limitano l'accesso a opportunità di apprendimento personalizzate e rendono difficile per gli studenti impegnarsi in un apprendimento "ovunque, in ogni momento".
I dispositivi informatici per scopi di apprendimento sono suddivisi in quattro categorie:
- desktop,
- laptop,
- compresse,
- smartphone.

In generale, laptop o tablet sono preferiti per l'utilizzo scolastico perché sono portatili, i loro schermi sono abbastanza grandi per la maggior parte delle attività e sono relativamente convenienti.
Le specifiche del dispositivo devono essere determinate in base all'uso previsto. Quando si selezionano computer da utilizzare con software di progettazione grafica o di ingegneria di fascia alta, ad esempio, è necessario optare per schermi più grandi e una memoria e potenza di elaborazione notevolmente maggiori, mentre i dispositivi utilizzati per l'elaborazione di testi e la navigazione web non richiedono caratteristiche così potenti.
Esiste anche l'opzione dei criteri BYOD (Bring Your Own Device), che consente agli studenti di utilizzare i propri dispositivi personali nel processo di apprendimento. Tuttavia, questa politica può creare ulteriori sfide relative a:
 disparità economica (gli studenti provengono da contesti economici diversi),
 carico didattico per gli insegnanti nel supportare più piattaforme e dispositivi durante le attività di apprendimento
 sicurezza della valutazione: i dispositivi personali degli studenti potrebbero non disporre delle funzionalità necessarie per supportare un ambiente di test sicuro.

Manutenzione e gestione dei dispositivi
Mobile Device Management (MDM) è un tipo di software di sicurezza utilizzato dal reparto IT di un'organizzazione che aiuta a mantenere e monitorare i dispositivi mobili distribuiti. Le piattaforme MDM vengono utilizzate per l'installazione o l'aggiornamento del software, per il monitoraggio o la cancellazione da remoto dei dispositivi rubati e possono determinare il tipo di contenuto a cui è possibile accedere o installare sui dispositivi. Tutte queste operazioni possono essere eseguite da una posizione centrale piuttosto che avere il personale che lavora effettivamente direttamente su ogni dispositivo, quindi gli MDM fanno risparmiare tempo e denaro.

Garanzie e manutenzione
Le scuole dovrebbero pianificare di ridurre al minimo le interruzioni dell'apprendimento; pertanto, la manutenzione e le riparazioni del dispositivo dovrebbero essere affrontate in modo rapido e responsabile. Questi servizi possono essere eseguiti dal personale scolastico o possono essere esternalizzati a collaboratori esterni. Alcune scuole possono anche utilizzare team di supporto agli studenti oltre al supporto tecnico professionale.
Gestione dei dispositivi
Gestione remota
È necessaria una gestione permanente e continua per i dispositivi informatici, indipendentemente dal fatto che si riferisca all'installazione di aggiornamenti software, alla regolazione delle impostazioni del filtro dei contenuti o alla modifica delle preferenze di sistema. Al fine di prevenire il malware e garantire la protezione dei dati per studenti e insegnanti, le impostazioni di sicurezza e privacy devono essere mantenute aggiornate. Le scuole che utilizzano valutazioni online possono prendere in considerazione l'installazione di software specifico per garantire ambienti di test sicuri.
Le scuole devono garantire che sia gli insegnanti che i loro studenti siano ben consapevoli delle minacce alla sicurezza informatica più comuni, come: phising, spear phising, compromissione della posta elettronica aziendale, ransomeware, hacking, ma anche negligenza dell'utente o dispositivi mobili smarriti / rubati contenenti informazioni sensibili .
Poiché alcuni strumenti di gestione possono raccogliere informazioni sulla posizione e / o dati su come vengono utilizzati i dispositivi, le scuole devono informare gli studenti e le famiglie sulle politiche di gestione dei dispositivi remoti al fine di eliminare i problemi di privacy. Inoltre, a livello interno, le scuole devono informare chiaramente i propri dipendenti riguardo alle politiche e alle procedure sul monitoraggio dei dispositivi, per prevenire potenziali abusi.

Protezione antifurto a distanza
Le scuole possono prendere in considerazione varie misure di protezione in caso di furto del dispositivo, come:
 installazione di strumenti che possono disabilitare o cancellare da remoto i dispositivi in ​​caso di smarrimento o furto.
 un adesivo potrebbe essere posizionato sul fondo di ogni dispositivo, affermando che può essere disabilitato a distanza può aiutare a scoraggiare i furti.
 incisione del nome o del logo della scuola sui dispositivi, per rendere più difficile la rivendita di un dispositivo rubato. Ciò può dare la possibilità di restituire i dispositivi smarriti e può aiutare a prevenire la perdita di dati riservati.


Accesso degli studenti
Le scuole decideranno quanto controllo gli studenti possono avere sui dispositivi forniti dalla scuola. Un'opzione è bloccare i dispositivi; Ciò migliorerebbe la sicurezza e renderebbe più facile per il personale IT mantenerli, ma darebbe agli studenti meno libertà di personalizzare i dispositivi per le loro esigenze.
Le scuole potrebbero utilizzare un sistema di criteri di controllo dei dispositivi a più livelli, in modo da poter essere utilizzati per fornire più privilegi agli studenti che dimostrano un comportamento responsabile, limitando l'accesso ad altri che non hanno dimostrato tale atteggiamento.

Protezione contro contenuti inappropriati
Le scuole devono essere responsabili della protezione degli studenti da contenuti Internet inappropriati quando utilizzano i dispositivi forniti e la rete scolastica. Questo può essere fatto filtrando i contenuti. Poiché nessuno strumento di filtraggio tecnico è affidabile al 100%, gli insegnanti devono anche utilizzare una strategia a lungo termine, ovvero insegnare agli studenti a essere utenti Internet responsabili. Le scuole dovrebbero anche mantenere i contatti con i genitori per stabilire una estensione del filtraggio dei contenuti mentre gli studenti utilizzano i dispositivi forniti dalla scuola nelle loro case.

Gestione di dispositivi persi o danneggiati
Le scuole dovrebbero attuare politiche riguardanti l'inevitabile problema di dispositivi smarriti, rubati o danneggiati. Studenti e genitori devono essere messi a conoscenza di queste politiche al momento della distribuzione dei dispositivi, al momento della firma della Politica di utilizzo responsabile.
I seguenti suggerimenti possono anche aiutare a prevenire perdite, furti o danni:
- personalizzazione dei dispositivi,
- protezione della password,
- adeguate custodie protettive per il trasporto o sacche imbottite per evitare danni accidentali.
In caso di dispositivi smarriti o rubati, le scuole dovrebbero avere politiche chiare implementate e comunicate agli studenti e alle famiglie. Queste possono essere: pagamento richiesto (in blocco o in rate), polizze assicurative (a carico delle famiglie o della scuola), quota di autoassicurazione (per coprire le riparazioni e le sostituzioni).

Valutazione dei bisogni e delle capacità

Quando si crea una rete scolastica, è necessario prendere in considerazione anche una serie di aspetti. Al fine di stabilire le esigenze e le capacità adeguate, le seguenti sette domande potrebbero essere utilizzate come orientamento:

1

Qual è l'idea di apprendere che la tecnologia supporterà?

Gli obiettivi di apprendimento dovrebbero determinare l'implementazione della tecnologia e non il contrario. Gli obiettivi di apprendimento dovrebbero essere stabiliti per ciascuna scuola in particolare da tutte le parti interessate coinvolte: dirigenti di scuole superiori all'interno dei dipartimenti educativi locali, membri del consiglio, amministratori scolastici, insegnanti, studenti, genitori, altri leader della comunità.

2

Quali strumenti digitali saranno necessari?

Partendo dall'uso esistente delle tecnologie di apprendimento nelle scuole, e in base agli obiettivi di apprendimento stabiliti, si dovrebbe prendere la decisione di aggiungere ulteriori risorse. Alcune tecnologie richiedono una grande quantità di larghezza di banda, in particolare se utilizzate da più studenti contemporaneamente. Inoltre, in questa fase è necessario considerare le potenziali richieste del software amministrativo, della sicurezza, dell'hosting Web e di altre applicazioni.

3

Di che tipo di apprendimento professionale avranno bisogno insegnanti e amministratori? 

Poiché le competenze tecnologiche degli educatori variano notevolmente, è necessario garantire l'apprendimento professionale per soddisfare le esigenze degli insegnanti a tutti i livelli. Agli insegnanti e al resto del personale scolastico devono essere fornite opportunità di apprendimento professionale differenziate, per garantire risultati di successo e duraturi per il processo di educazione digitale.

4

Quanta larghezza di banda sarà necessaria? 

Le scuole che gestiscono la propria rete devono disporre di strumenti di monitoraggio che consentano una valutazione ampia e accurata dell'utilizzo della larghezza di banda. Inoltre, le scuole dovrebbero tenere conto delle richieste di larghezza di banda dei test online durante lo sviluppo delle reti, per garantire i requisiti minimi e gli strumenti di pianificazione delle capacità. Inoltre, considera altre applicazioni di rete che potrebbero influire sulla larghezza di banda disponibile, come i sistemi di sicurezza.

5

Quali sarebbero le esigenze della rete scolastica? 

Il primo passo dovrebbe essere una valutazione della rete, condotta dai team di supporto tecnologico della scuola o da un consulente certificato, al fine di identificare le condizioni meccaniche, elettriche e ambientali che devono essere affrontate, come:
- l'ubicazione e lo stato dei cavi di rete e dell'hardware esistenti,
- il numero e l'ubicazione dei punti di accesso wireless già esistenti internamente,
- caratteristiche fisiche dell'edificio che interferiscono con i segnali wireless.
- il numero di prese di ricarica accessibili nelle aule per dispositivi mobili.

6

Quanti dispositivi sono necessari e di che tipo dovrebbero essere? 

Dopo aver stabilito una visione chiara dell'utilizzo della tecnologia nel processo di apprendimento, il passo successivo è stabilire il tipo e il numero di dispositivi necessari che dovranno essere supportati dalla rete, tenendo conto delle esigenze di accessibilità degli studenti.
Le reti wireless dovrebbero essere progettate per fornire una copertura adeguata per tutti i dispositivi, compreso quello di proprietà di studenti e insegnanti ai sensi della politica BYOD.

La scuola deve fare un inventario dei tipi di dispositivi attualmente posseduti e in uso (desktop, laptop, tablet e / o smartphone) e controllare la data in cui raggiungeranno la fine del loro ciclo di vita. Di solito si prende in considerazione un periodo di 3-5 anni per la durata del ciclo di aggiornamento dei dispositivi.
Inoltre, i dispositivi più vecchi potrebbero avere processori più lenti e / o antenne Wi-Fi meno potenti, quindi potrebbero non essere adatti per l'uso con velocità wireless più elevate e potrebbe essere necessario aggiornarli (se possibile) o sostituirli. La sostituzione del dispositivo dovrebbe essere presa in considerazione anche durante il processo di budget.

7

Quali risorse sono disponibili per finanziare la transizione? 

Oltre ai fondi governativi che possono essere più o meno generosi, le scuole dovrebbero prendere in considerazione altre opzioni come opportunità di finanziamento / sponsorizzazione locale o regionale da parte di imprese private, associazioni e / o collaborazione in progetti finalizzati all'istruzione con varie istituzioni e ONG, UE programmi educativi finanziati, ecc.
Sempre più scuole hanno scoperto ultimamente i vantaggi dell'utilizzo delle Open Educational Resources (OER) - note anche come risorse educative con licenza aperta - per aiutare a ridurre i costi relativi alla licenza dei contenuti.
Le OER sono buone risorse per l'insegnamento, l'apprendimento e la ricerca che possono essere facilmente trovate nel pubblico dominio o sono state rilasciate con una licenza che consente l'uso gratuito, il riutilizzo, la modifica e la condivisione con altri. OER può fornire corsi online completi, libri di testo digitali modulari, immagini, video e articoli di valutazione. Oltre ai risparmi finanziari derivanti dall'eliminazione dei costi di licenza, le risorse aperte consentono anche agli insegnanti di personalizzare e condividere i propri materiali con altri senza violare gli accordi di licenza.

Conclusioni

Oggigiorno, gli studenti devono acquisire conoscenze e abilità adeguate per affrontare le sfide di un ambiente in continuo sviluppo per tutta la loro vita. Ci si aspetta che siano in grado di connettersi, creare, cercare, utilizzare, coinvolgere e interagire con colleghi in tutto il mondo. 
Una prima educazione digitale è la spina dorsale di tutte queste attività; pertanto, le scuole devono garantire che ciò venga raggiunto pianificando e fornendo infrastrutture (connettività Internet e dispositivi), nonché insegnanti qualificati per supportare il processo di apprendimento.
Mescolando sapientemente i quattro elementi: visione, infrastruttura, apprendimento professionale e dispositivi, le scuole saranno in grado di offrire agli studenti l'opportunità di apprendere e svilupparsi.

Resources

• ‘2nd Survey of Schools: ICT in Education’, a study prepared for the European Commission- DG Communications Networks, Content & Technology by Deloitte and Ipsos Mori in 2019, link here

• U.S. Department of Education, Office of Educational Technology, Building Technology Infrastructure for Learning Guide, Washington, D.C., 2017, link here


• Assessing your school ICT infrastructure, Department for Education, Gov.uk, Published 3 April 2019, link here.

Finanziato dal Programma Erasmus+ dell'Unione Europea
Il sostegno della Commissione Europea alla produzione di questa pubblicazione non costituisce un'approvazione dei contenuti, che riflettono il punto di vista dei soli autori, e la Commissione non può essere ritenuta ¬responsabile per qualsiasi uso che possa essere fatto delle informazioni in essa contenute. 

Questa è una RISORSA EDUCATIVA APERTA creata dal team di SLIDE all'interno del progetto SLIDE. Sei libero di usare, adattare, riprodurre e condividere il lavoro fintanto che non lo usi commercialmente e indichi il creatore (SLIDE Project Team 2018-1-RO01-KA201-049382). Maggiori informazioni QUI.